Il Nostro Istituto

L’Istituto Tecnico Nautico di Porto Santo Stefano cominciò ad operare nel 1964, come sezione staccata dell’Istituto tecnico Nautico di Livorno, per soddisfare le specifiche richieste del contesto socio-economico dell’Argentario, da sempre versato per gran parte sulle attività marinare.

Ottenne l’autonomia giuridica ed amministrativa nel 1968. Fin dal 1964 occupa l’edificio tutt’ora in uso costruito con il contributo del Ministero dei Lavori Pubblici, ma condiviso allora con le Scuole Elementari.

Chiaramente, con l’aumentare della popolazione scolastica, ben presto fu chiaro che una parte dell’edificio non era più sufficiente ad ospitare gli alunni e le attrezzature dei laboratori formativo-professionalizzanti e alcune aule vennero provvisoriamente ricavate dai locali della Fortezza Spagnola.

Dai primi anni ’80, le Scuole Elementari furono trasferite in un edificio appositamente costruito e la struttura poté essere occupata interamente dall’Istituto Tecnico Nautico.

Nel corso degli anni, i locali sono stati ulteriormente ampliati, con la costruzione dei laboratori al pian terreno e nel giardino sopra l’edificio.

La preparazione tecnico-professionale che i giovani diplomati hanno ricevuto al Nautico di Porto Santo Stefano ha costruito una buona base per sostenere lo sviluppo completo della carriera di Comandante e Direttore di Macchine sulle navi della MArina Mercantile.

A causa, però, del rapido sviluppo tecnologico, che ha interessato profondamente il settore dei trasporti marittimi, si è modificata la domanda delle Compagnie di navigazione, nel senso che gli ufficiali richiesti, con il passare del tempo, hanno dovuto dimostrare di avere conoscenze e competenze sempre più complesse.

L’Istituto si è fatto carico di queste nuove esigenze culturali e formative, adeguando nel tempo l’offerta alle reali esigenze del lavoro in campo marittimo.

Oggi la formazione degli allievi risponde alle richieste di standard internazionali voluti dall’ Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), attraverso l’applicazione della convenzione internazionale sugli standard di addestramento, abilitazione e tenuta della guardia per marittimi, nota come convenzione STCW.

Gli alunni, quindi, oltre al diploma di Istituto Tecnico, per avere anche la qualifica di “Allievo Ufficiale” sono sottoposti a test di misurazione delle competenze sulla base di prove standardizzate.

Naturalmente, anche la strumentazione laboratoriale, nel corso del tempo, è stata adeguata al cambiamento delle richieste delle compagnie di navigazione e, per questo, sono presenti nella scuola molti dispositivi che hanno fatto la storia della navigazione, ma anche sistemi aggiornati e moderni come il Planetario ed i sistemi di simulazione di coperta e macchine.

Prof. Enzo Guasti